Gli autunnali

Gli autunnali Un Uomo, Al Rientro Dalle Vacanze D Agosto, Prigioniero Del Suo Stanco Rapporto Matrimoniale La Moglie Sandra Ancora Bella, Ma Lui Non Riesce Pi A Provare Desiderio Per Lei Durante Una Passeggiata Solitaria In Un Mercatino Di Roma, L Uomo Viene Attratto Da Un Vecchio Volume Sugli Artisti Di Montmartre, E Rimane Stregato Dall Immagine Di Jeanne H Buterne, La Compagna Di Amedeo Modigliani Scocca Un Particolare Colpo Di Fulmine E Jeanne Diventa Per Il Narratore Un Ossessione L Uomo Strappa La Foto, La Piega Con Cura E Inizia A Portarla Sempre Con S , Nella Propria Tasca Tutto Sembra Avvenire Soltanto Nella Sua Mente, Almeno Fin Quando Sua Moglie Sandra Non Invita A Cena Una Vecchia Cugina, Gemma, Che All Uomo Appare Identica In Tutto E Per Tutto A Jeanne E L Ossessione Inizia A Riversarsi Nella Realt , Fatalmente, Mentre L Autunno Romano Avvolge Le Cose Nella Sua Luce Struggente E Diafana Luca Ricci, Dopo Aver Incantato Critica E Lettori Con I Suoi Racconti, Esordisce Nel Romanzo Con Un Sillabario Contemporaneo Del Sentimento Amoroso E Delle Manie Di Oggi, Un Ritratto Spietato Degli Uomini E Delle Loro Passioni. L AUTUNNO DEL NOSTRO SCONTENTOJeanne H buterne nella foto che tanto colpisce il protagonista Il suo perenne cinismo dei sentimenti trasformava le persone a sua immagine e somiglianza, le manipolava, frequentava solo individui che al posto dell a idolatravano l innamoramento.Cos dice il protagonista innominato, l io narrante di queste duecento pagine, per descrivere il suo migliore amico, uno scrittore di mezza e pi et , che ha raggiunto il successo, ma in crisi creativa, non scrive pi se non critiche, recensioni, articoli vari, non ha problemi economici, vive florido con un sacco di tempo libero a disposizione, passeggia, divaga, conclude poco, insegue gonnelle, filosofeggia con tendenza alla sentenza per fortuna l innominato narratore sa che spesso si tratta di frasi da cioccolatino.La foto intera con Modigliani e la sua modella e compagna, Jeanne.Un ritratto piuttosto squallido e antipatico che non solo descrive alla perfezione l amico, ma lo stesso protagonista narratore L unica differenza tra i due che l amico perde i capelli e lavora di riporto, il nostro invece uno splendido cinquantenne, come direbbe Nanni, invecchia alla grande, non solo nella chioma, ma anche nel corpo che ama rimirarsi allo specchio Nonostante il giro di boa dei cinquant anni, il fisico aveva tenuto Anzi, rispetto alla magrezza di quand ero uno studente
In quanto a qualit , complessivamente, un cosa mediocre Soprattutto perch scritto come si concepisce la scrittura su una terrazza romana alla Scola dopo quarant anni di degenerazione berlusconian ulivista Un po di esibizionismo ben educato, un po di sciatteria e di cialtronismo ben truccati, molte rimasticature da snob, un po di tecniche di scuola e soprattutto, insopportabile, tanta convenzionalit una cosa per cui una comitiva di turisti non pu che essere nutrita , se si passeggia si gironzola , se si convinti lo si fermamente , la spaghettata indimenticabile , gli scherzi spensierati , i bambini sono marmocchi.Per il soggetto interessante e in mezzo alla confusione di una trama troppo artificiosa e cerebrale, qualche buona idea c Pi di una La teoria delle stagioni e l elegia dell autunno e di quello romano in particolare mi piaciuta molto Mi piaciuta la cartina di Roma su cui si appoggia la storia, i luoghi scelti E mi piaciuta anche la visione, da un lato, dell innamoramento per cui ti abbandoni alla passione per un immagine che catalizz
Come scrivere un romanzo dove non si salva nessuno Dove non c un personaggio che susciti una infinitesimale stilla di simpatia I personaggi maschili sono dei falliti disgustati dalla loro vita e dal mondo intorno e spesso anche disgustosi a chi legge quelli femminili sono vacui e sfuggenti C una tragedia nascosta nel percorso allucinatorio che porter il protagonista a desiderare quel che desidera, immaginare quel che immagina e infine fare quel che fa, ma cosa sia non dato sapere invece a me pare l unico fatto la cui esplicazione poteva rivelarsi narrativamente interessante Lungo il percorso ci accompagnano lapidarie citazioni dal racconto La chioma , di Maupassant, a cui l autore dice esplicitamente di essersi ispirato Peccato che la misura del romanzo sia una taglia troppo larga per il contenuto narrato la storia di un ossessione per il ritratto di una morta la celebre Jeanne, tragica compagna di Modigliani e che la storia debba essere nutrita di molti dettagli innanzitutto la pedissequa elencazione dei luoghi di una Roma prevalentemente turistica, poi i discorsi pseudofilosofici dei due scrittori falliti il protagonista e l amico Gittani, il testimone quindi la cornice sociale, ipocrita e borghese, dai molti risvolti torbidi e rivoltanti vedi l episodio della prostituita nigeriana o quella pseudo artistica e degenerata boh mienne e stupefacente L autunno l immagine della decadenza, il tempo che fugge, il senso che si dissolve, come i matrimoni, come la vit
Fabio Volo per chi si crede pi erudito di chi legge Fabio Volo, e questa definizione gi troppo generosa pagine su pagine di frasi fatte, di clich , di dialoghi che falliscono miseramente nell essere brillanti il tutto immerso nella solita cornice da romanzo borghese, le solite situazioni trite e ritrite della crisi di coppia, l ossessione per una do
Avvertenza questo commento contiene tracce evidenti di SPOILERLa seconda di copertina recita cos Un uomo prigioniero del suo stanco rapporto matrimoniale in un mercatino di Roma l uomo viene attratto da un vecchio volume sugli artisti di Montmartre e rimane stregato dall immagine di Jeanne H buterne Scocca un particolare colpo di fulmine anche la sinossi fa sbadigliare e Jeanne diventa per il narratore un ossessione tutto sembra avvenire soltanto nella sua mente fin quando sua moglie non invita a cena una vecchia cugina che all uomo appare identica in tutto e per tutto a Jeanne E l ossessione inizia a riversarsi nella realt fatalmente, mentre l autunno romano avvolge le cose nella sua luce struggente e diafana.Ora, uno che cosa si aspetta Non la trama adatta per chi ha bisogno di allontanarsi per un po da un infornata di letture impegnative dal punto di vista emozionale, un accumulo di malattie, dolore, morte, non certo voluto, ma per caso capitato Un libro entrato tra i primi 41 titoli candidati allo Strega, scritto da un autore considerato meritevole da tout le monde Un lavoro di fantasia, che intreccia passato e presenteun a romantico, ma non troppo sdolcinato, conoscendo un pochino la scrittura asciutta, ironica, talvolta caustica, di Ricci E poi la ciliegina lei Jeanne, musa e d
Dopo una serie di raccolte di racconti e di novelle e racconti lunghi, Ricci ci regala il primo romanzo Una storia piuttosto assurda di un uomo sposato, uno scrittore fallito, che si innamora di una fotografia e poi di una cugina della moglie e poi entra in un mondo surreale in cui non si capisce bene ci che reale e ci che frutto di assoluti deliri Lo stile scorrevole e Ricci offre una prosa interessante con un ottima analisi dei rapporti di coppia e delle descrizioni evocative di una Roma autunnale che fa fatica a sbocciare e regalare emozioni Ed per questo che le emozioni estreme sono ricercate dal protagonista in una corsa quasi suicida verso un sentimento illusorio come l a per una modella in una fotografia Belle descrizioni sull arte e interessanti riflessioni sul mondo odierno e la societ italiana.Ho solo un problema di fondo con questo libro e con molte opere di Ricci il ruolo dato alle donne Sembra che nel mondo di Ricci le donne siano tutte passive, puri oggetti del desiderio a piacimento dell uomo, bambole gonfiabili su cui scaricare fissazioni e follie In questo libro, le donne vengono usate, vengono picchiate a sangue come gli incontri tra il protagonista e una prostituta , vengono sedotte e abbandonate senza motivo, a volte persino stuprate In questa epoca metoo, abbiamo davvero bisogno di un
complesso per me parlare del libro di oggi senza citarne un altro che stato all origine della scelta che mi ha portato al leggere Luca Ricci Da un lato, non lo nascondo, sono anche io letterariaramente nella stessa condizione del protagonista di questa storia, ovvero non mi innamoro completamente di un libro dai tempi di Ira Levin e di Hernietta Lacks, dall altro lato, la storia di questo a impossibile che travalica quasi un secolo un qualcosa che mi fa tornare alla mente Madrigale funebre che il racconto che mi rese per sempre caro Gustaw Herling Ora, vai a capire il perch , scopro che questo argomento si rivela vincente anche se trattato in maniera diversa, in una storia della nostra contemporaneit , a quasi 20 anni di distanza E non sta tanto nella questione della coppia tradita da uno dei due ma nell ossessiva ricerca di uno status di a che vinca sul passare del tempo Quando ne abbiamo parlato nel
Si dice che i film sui film, la finzione della finzione, raramente funzionino Ho l impressione che lo stesso avvenga per la storia di Ricci, incentrata su uno scrittore che non scrive pi , che incontra un altro scrittore a corto di ispirazione e tutti e due svanverano sulle loro storie sentimentali con altre donne vere o fantasmi, visto che le mogli non interessano pi Una di queste per , basta che il marito la richiami in servizio sessuale, quando ispirato da pensieri su un altra, che tutta contenta si adegui e ringrazi.Non sono femminista ma il tutto mi sembra improbabile Nella storia compaiono pittori incapaci, fantasmi di
La storia mi ha preso molto, abbastanza incalzante con un finale inaspettato Il linguaggio un continuo riferimento a citazioni letterarie ed artistiche L accostamento tra personalit e stagioni molto interessante e calzante per la storia L Uomo di mezza et , protagonista, viene raccontato
Infarcito di citazioni letterarie, cinematografiche e in generale artistiche che per un lettore che si sente realizzato a scovarle pu anche essere una lettura piacevole Io cerco la bellezza non nei riferimenti ai grandi artisti ma nella p